Approfondimento

Da quando fu riconosciuto che la terra è sferica, la sua più fedele riproduzione è stata il mappamondo che, tuttavia, non permette di vedere tutta la superficie terrestre con un solo sguardo e di fare confronti tra zone distanti. Per fare questo è necessario riportare la superficie del mappamondo su un piano. Questa rappresentazione si chiama proiezione.
Alcune caratteristiche del mappamondo si perdono necessariamente nella rappresentazione piana. È però possibile scegliere che cosa verrà rispettato e che cosa verrà deformato.

Le carte geografiche oggi più diffuse sono state costruite su una proiezione disegnata da un cartografo fiammingo che, a partire dalle linee delle rotte sul mappamondo, nel 1569 riuscì a disegnare un planisfero: la Carta di Mercatore. Questa proiezione ha avuto grande diffusione anche in quanto strumento insostituibile nella navigazione.
Nella carta di Mercatore la posizione dell’Europa è esattamente al centro del mondo.
La linea dell’equatore non taglia a metà la carta, essa è, invece, spostata più in basso, con l’inevitabile conseguenza che tutte le aree dell’emisfero nord risultano ingrandite e tutte le aree dell’emisfero sud rimpicciolite.

Lo storico tedesco Arno Peters supera la tradizionale immagine eurocentrica del mondo e propone un planisfero ad aree equivalenti che restituisce a tutte le superfici della Terra la loro corretta proporzione.

miniatureNella proiezione Mercatore l’Europa appare più grande del Sudamerica che, invece, è grande il doppio. Sulla carta di Mercatore il Nordamerica appare più grande dell’Africa la quale, invece, ha una superficie quasi doppia

“La nuova carta, la mia carta, rappresenta in modo egualitario tutti i paesi della Terra. È fedele alla superficie, all’asse e alla posizione. La sua scala è esatta, le inevitabili deformazioni sono distribuite regolarmente, è in grado di ritrarre tutta la terra comprese le zone polari.”

La Carta di Peters è uno strumento indispensabile per una corretta visione del mondo, sulla  linea del rispetto fondamentale dei diritti di ogni popolo, per educare alla mondialità e all’intercultura.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: